Tel:  | Mail: madeinca2011@gmail.com    Sei il visitatore n.


Condividi

CARIATI - CATTEDRALE DI SAN MICHELE ARCANGELO


CONCLUSI I LAVORI DI RESTAURO LA CHIESA RITORNA AL SUO ANTICO SPLENDORE




Si è svolta, alla presenza del nostro Arcivescovo Santo Marcianò, la cerimonia di inaugurazione della restaurata cupola della Cattedrale di S. Michele Arcangelo in Cariati. Interamente maiolicata, si trovava in un avanzato stato di degrado che, con il passare degli anni, aveva ‘prodotto’ significative infiltrazioni d’acqua con conseguenti distacchi e microlesioni dell’intonaco.
I lavori, finanziati con i fondi dell’8 per mille della Chiesa cattolica, destinati alla Diocesi Rossano-Cariati, iniziati nel settembre 2010 si sono conclusi nel dicembre di quest’anno. A coordinare il tutto, Don Nando Ciliberti, Direttore dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi.
Si è intervenuti con un progetto di consolidamento e restauro con Direzione dei lavori eseguita dagli Architetti Mario Candido, Antonio Pignataro e Antonio Aprelino mentre l’impresa esecutrice è stata la Artedile srl.
Per il consolidamento sono stati utilizzati dei rinforzi strutturali in fibre di carbonio finalizzati al miglioramento statico della struttura, per poi procedere nel recupero con la valorizzazione degli elementi stilistici originari e, non ultima, la riapertura delle otto finestre sul tamburo, aperture che risultavano murate da decenni.
Durante i lavori si è resa necessaria la rimozione e la pulizia non più parziale delle maioliche policrome ma totale, a causa dello stato di conservazione delle stesse. Le nuove maioliche, identiche a quelle originarie per forma, consistenza e colore, sono state realizzate dalla Fornace Parrilla e successivamente posizionate sulla copertura della cupola previa impermeabilizzazione del fondo.
A coadiuvare i lavori, di concerto con i tecnici della Diocesi, l’architetto Petracca della Soprintendenza BAP di Cosenza.
L’accurato restauro ha così riportato la storica cupola al suo originario splendore. Le nuove ed ampie finestre consentono alla luce, oggi come ieri, di illuminare la grande navata. I lavori hanno inoltre previsto la riproposizione della pittura esistente, a motivi geometrici all’interno della volta della cupola, realizzata dai Fratelli Pastore e l’inserimento di otto fari da 288 led per la illuminazione interna, forniti dalla A+A Luce e Design. Soddisfazione per l’eccellente esecuzione dell’opera di restauro è stata espressa dall’Arcivescovo Marcianò alla presenza di numerosissimi fedeli. Il presule ha altresì messo in risalto l’importanza dell’8 per mille ai fini anche del recupero del patrimonio chiesastico.







 



     

     

     

  •  

     



Le rubriche di MADE in CA.



NewsLetter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail

Digital Newsletter

Per cancellarti click here ».